Tra valore e immaginario: musement e magma a confronto - Université de Limoges Accéder directement au contenu
Article Dans Une Revue RIFL Année : 2015

Tra valore e immaginario: musement e magma a confronto

Valeria de Luca

Résumé

In this paper we will discuss the relations between the musement as conceived by Charles Sanders Peirce and the magma formulated by the Greek philosopher and psychoanalyst Cornelius Castoriadis. According to us, interpreting these concepts reciprocally may be helpful to think about different ways in which values and meanings emerge from an imaginary background and establish world and its subjects by constituting forms and figures. More specifically, we will examine the connections between indetermination and determinability of values, generality and vagueness of forms and singularity of figures, imaginary instituting and social instituted meanings. Moreover, we will explain how coming and going of stabilisation of forms and openness to the figural dimension represents the effective semiotic activity and the possibility of holding over time. Finally, we will show how figural and imaginary dimension keep together and go through perception and fiction, norms and social changing by the so-called by Peirce «law of liberty».
La nozione di musement, intesa da Peirce come “puro gioco”, attraversamento dei tre universi d'esperienza che installano la relazione intrattenuta dal soggetto con il mondo, ha dato origine, per via della sua vaghezza definitoria, a numerose interpretazioni. La disamina peirceiana del musement tocca però alcuni temi cruciali della riflessione sul senso, sul valore e sulla relazione tra emergenza delle forme significanti e cristallizzazione delle stesse in abiti di condotta e istituzioni, tra tenuta del valore nel tempo e cambiamento sociale. Gli interrogativi concernono le relazioni tra virtualità, origine e creazione delle significazioni, tra attività dei singoli e validazione collettiva dei significati, tra continuità e discontinuità storica della vita degli abiti interpretativi. Il gioco del musement, pregno d’impressioni disparate, comprende il procedere abduttivo senza limitarvisi, configurandosi come immaginario e reale. In virtù di tale statuto, esso entra in risonanza con il concetto di magma teorizzato da Cornelius Castoriadis, preoccupandosi entrambi di prolungare la linea che congiunge l'immaginario alla produzione e all'effettività delle significazioni. Castoriadis ha spostato sino ai limiti estremi le frontiere tra reale e immaginario, assumendo che le significazioni istituite – storiche, trasmissibili e riconosciute come tali – dei singoli così come quelle sociali si fondano su un immaginario magmatico, le cui dinamiche e passaggi di stato presiedono alla loro istituzionalizzazione e alle logiche interpretative che le reggono, inglobandole ma non limitandosi a esse. Il nostro sarà dunque un tentativo d’attraversamento tra universi concettuali differenti, per rilanciare l'ipotesi condizionale del ruolo dei valori immaginari come lavoro interno incessante della semiosi a regime.
Fichier principal
Vignette du fichier
291-564-1-SM.pdf (476.51 Ko) Télécharger le fichier
Origine Fichiers éditeurs autorisés sur une archive ouverte
Loading...

Dates et versions

hal-01350644 , version 1 (04-08-2016)

Identifiants

Citer

Valeria de Luca. Tra valore e immaginario: musement e magma a confronto. RIFL, 2015, Filosofia del linguaggio, semiotica e filosofia della mente. A partire da C. S. Peirce nei cento anni dalla morte, pp.19-31. ⟨10.4396/03SFL2014⟩. ⟨hal-01350644⟩
120 Consultations
129 Téléchargements

Altmetric

Partager

Gmail Mastodon Facebook X LinkedIn More